Con una terapia farmacologica tempestiva possibile evitare l'intervento chirurgico

La malattia di La Peyronie (o lndura-io Penis Plastici Opp) è un'alterazione che colpisce i corpi cavernosi del pene e determina un progressivo mutamento del loro naturale rivestimento. "L'lpp, purtroppo, non è più rara in andrologia", afferma il dottor Davide Barletta, che ha frequentato il corso in Andrologia Clinica patrocinato dalla Società Italiana di Andrologia e ha conseguito il Master di II livello in Chirurgia Genitale Maschile promosso dalla Società Italiana di Chirurgia Genitale Maschile.

<<La malattia - prosegue - è causata da un processo infiammatorio della tunica albuginea del pene che porta, con il passare del tempo, alla formazione di una placca peniena, che a sua volta determina il recurratum penino e il deficit erettile.

Se non si interviene, esiste un'alta possibilità che i sintomi legati all'Ipp peggiorino, fino a condurre il paziente all'impossibilità di avere rapporti sessuali, sia per l'eccessiva curvatura del pene che per il dolore acuto".>>

La malattia di La Peyronie è una patologia andrologica curata prevalentemente con la chirurgia, <<ma se diagnosticata in fase non avanzata, la sola terapia medica, attraverso farmaci specifici, può migliorare ín modo determinante la sintomatologia>>, specifica il dottore.

<<Pur non conducendo alla guarigione totale, la terapia farmacologica può evitare a molti pazienti l'intervento chirurgico che, in quanto tale, può comunque avere un certo numero di complicanze>>, conclude il dottor Barletta.

Da Più Salute e Benessere