Quali sono i risultati?

Negli ultimi anni si è risvegliato un notevole interesse da parte dei medici riguardo la malattia di La Peyronie Induratio Penis Plastica soprattutto grazie all’introduzione di nuovi strumenti diagnostici e nuove terapie.

Tra la letteratura scientifica, molte pubblicazioni hanno valutato l'efficacia della Terapia Medica Multimodale comeprimo approccio alla malattia.

Da questi studi è emerso che La Terapia Medica Multimodale ha ottenuto risultati clinicamente evidenti con riscontri estremamente favorevoli dovuti soprattutto all’uso della Pentossifillina per via transcutanea e di sostanze antiossidanti specifiche come la Propoli, il Mirtillo, Coenzima Q10, la Silimarina, la Ginkgo Biloba la Vitamina E etc.1

L’utilizzo della Pentossifillina per via transcutanea è stata resa possibile grazie ad un nuovo apparecchio elettromedicale (Ionobrea Idro®) che genera onde elettriche specifiche perla migrazione transdermica del farmacotramite elettrodi, appositamente studiati e brevettati ad assicurare la veicolazione e l'assorbimento a tutta la superficie della tonaca albuginea, sede del processo infiammatorio della malattia, come da evidenze bibliografiche2

Ionobrea Idro® permette di soddisfare tre obiettivi fondamentali per la terapia medica dell'induratio penis plastica:

  1. terapia topica estesa a tutta la superficie della Tonaca albuginea in maniera continuativa,
  2. eliminazione del traumatismo da infiltrazione,
  3. compliance del paziente che può fare la terapia comodamente seduto a casa propria.

In aggiunta alla terapia topica rimane di estrema importanzala terapia orale con antiossidanti specifici (Vit. E, Propoli ad alti dosaggi, Mirtillo, Silimarina, Ginkgo Biloba, Coenzima Q10) assunti quotidianamente.

Il successo terapeutico è stato dimostrato oltre che dai risultati evidenziati nei controlli ecografici eseguiti periodicamente, che hanno evidenziato la riduzione progressiva della placca, anche e soprattutto dal grado di soddisfazione dei pazienti che hanno constatato la regressione della malattia nel corso dei mesi di terapia.

papini

Alessandro Papini

Dr. Specialista Andrologo

Arezzo AR Italia